Classici Muffin ai Mirtilli

Ingredienti:

180 gr di burro morbido

250 gr di farina

120 gr di zucchero

1,25 dl di latte

2 tuorli

½ bustina di lievito per dolci

1 confezione di mirtilli surgelati

Fruste elettriche

12 stampini per muffin circa

Preparazione: 

Fate scongelare i mirtilli

Accendete il forno a 200°

Mescolate il burro con lo zucchero e poi unite i tuorli

Mescolate la farina con il lievito e versateli nel composto

Sbattete il tutto con la frusta per almeno 10 minuti, se rimangono dei grumi non importa

Con un cucchiaio unite i mirtilli all’impasto e mescolate delicatamente per non rompere i frutti

Riempite ogni stampino per 2/3 dell’altezza e infornate per 30-35 minuti

Immagine

Torta di Mele Speciale!

Ecco la ricetta per un succulento dolce invernale, per quelli di voi avessero la fortuna di avere un albero di mele da cui attingere è d’obbligo provare!

Ingredienti e materiali:

          4 Mele

          2 cucchiaini di cannella in polvere

          300 gr di farina

           1 bustina di lievito per dolci

          90 gr di burro morbido

          200 gr di zucchero di canna

          2 uova

          2 dl di latte

          Succo di un arancio

          Granella di zucchero

          Tortiera da 26 cm

          Fruste elettriche

Preparazione:

          Accendete il forno a 180°

          Imburrate e infarinate la tortiera.

          Lavate, sbucciate, private dei semi, tagliate a fettine le mele e poi bagnatele con il succo dell’arancio.

          In una terrina unite la farina alla cannella e al lievito.

          Impastate burro e zucchero con la frusta elettrica fino ad ottenere una crema soffice, poi aggiungete l’uovo.

           Quando l’uovo si sarà amalgamato all’impasto aggiungete gradualmente la farina con il lievito e la cannella, alternate la farina al latte e poi aggiungeteci il succo di arancia con cui avete bagnato le mele.

          Quando l’impasto sarà diventato una crema omogenea (max. 10 minuti!) versate il composto nello stampo.

          Coprite la superficie dell’impasto con le fettine di mela creando un motivo decorativo e poi coprite le mele con la granella di zucchero

          Cuocere  per 45 – 50 minuti a 180°

          Mangiate!

Come colorare la pasta di zucchero

I coloranti alimentari per la pasta di zucchero sono di due tipi:

          Coloranti in polvere: sono abbastanza costosi, un vasetto da 5 gr costa circa 5 euro; generalmente non sono molto brillanti ma non rovinano la pasta.

          Coloranti in gel: sono più economici, un vasetto da 28 gr può costare tra i 3 e i 5 euro, ma essendo liquidi rischiano di intaccare la compattezza della pasta.

E’ conveniente comprare i colori primari in polvere (blu, rosso e giallo) ed unirli di volta in volta per ottenere il colore che volete, a questi consiglio di aggiungere anche il rosa e il marrone, perché difficili da creare, ma se ben bilanciati possono creare molte tonalità diverse; il marrone in particolare è ottimo per creare il rosa carne.

Attenzione! Per creare il vostro colore non dovrete unire direttamente le polveri! Dovrete invece colorare la pasta di zucchero prima con un colore e poi con l’altro, ad esempio: se avete bisogno dell’arancione, dovete prendere la vostra pdz bianca e unirci il giallo, solo dopo che il colore sarà amalgamato all’impasto potete aggiungere un po’ di rosso.

Come ottenere i colori:

          Arancione: Giallo + Rosso in parti uguali

          Verde lime: Giallo + una punta di Blu

          Verde smeraldo: Blu + Giallo in parti uguali

          Viola: Rosa + una punta di Blu

          Rosa carne: una punta di Marrone nella pasta bianca

          Marrone: Giallo + Rosso (in uguale quantità) + una punta di Blu

          Grigi: si ottengono unendo in quantità diverse due colori terziari opposti  nel cerchio di Itten.

Ad es. l’Arancione con il Verde (vedi immagine)

          Nero: si ottiene miscelando in quantità uguali due colori terziari opposti nel cerchio di Itte.

Ad es. L’ Arancione con il Verde (vedi immagine)

blogger-image--721907776

Pan di Spagna Infallibile

Quanti di voi avrebbero voluto fare  un soffice Pan di Spagna da farcire e invece, una volta spento il forno, si sono ritrovai tra le mani un torta bassa e dura?

Ebbene è un problema piuttosto comune e il segreto sta nella montatura dell’uovo, ma non perdiamoci in chiacchiere … si comincia ad impastare!

INGREDIENTI E ATTREZZATURE:

300 gr di farina 00

6 uova

300 gr zucchero

1 bustina vanillina

1 bustina di lievito

La scorza grattugiata di un limone non trattato

Una tortiera con il diametro di 26 cm e almeno 7 cm di altezza

Fruste elettriche

PREPARAZIONE

Imburrate e infarinate una tortiera delle dimensioni sopra riportate e accendete il forno a 180°.

Con le fruste elettriche sbattete le uova intere insieme allo zucchero per almeno 15 minuti. Gradualmente gli ingredienti amalgamati diventeranno una crema vaporosa di colore chiaro. La dovete lasciar montare con le fruste fino a quando il volume dell’impasto aumenta di cinque volte rispetto a quando avete iniziato.

Terminata questa operazione dovrete incorporare la farina, ma a questo punto le fruste non vi serviranno più; quindi versate poco per volta la farina, la vanillina, il lievito e la scorza di limone sul composto e  con un cucchiaio amalgamate questi ingredienti alla crema con dei movimenti delicati dal basso verso l’alto.

Se il composto fa delle bolle, è tutto ok, vuol dire che state lavorando bene!

Quando avrete amalgamato tutti gli ingredienti versate il tutto nella tortiera e infornate – nel forno già caldo – a 200° per 25 minuti.

Quando avrete terminato la cottura poi, spegnete il forno, ma lasciate dentro la torta con lo sportello chiuso per altri 5 minuti, poi aprite il forno e lasciate ancora dentro la torta per altri cinque minuti, passati i quali potrete finalmente tirarla fuori. Questo procedimento serve a farla raffreddare gradualmente, evitando così che si sgonfi per un improvviso cambio di temperatura.

Potrete sezionare e farcire la torta a vostro piacimento solo quando si sarà freddata del tutto.

Buon Divertimento!

Girandole di pasta frolla

Foto0121

Ingredienti

120 gr. di zucchero
2 uova
1 pizzico di sale
50 gr. di cacao amaro setacciato
60 gr. di burro a temperatura ambiente
250 gr. di farina setacciata
mezzo cucchiaino di bicarbonato
latte q.b.

Preparazione

          Disponete la farina a fontana sul piano di lavoro.

          Iniziate a lavorare velocemente il burro con lo zucchero.

          Quando si saranno amalgamati unire le uova, il sale e il bicarbonato. Lavorate il composto molto velocemente.

          Infine unire a poco a poco la farina e lavorare il tutto con il palmo delle mani fino a quando non avrete ottenuto un panetto di pasta frolla omogeneo.

          Dividere il panetto in due parti uguali, prendete una parte e ricominciate a lavorarla con i palmi delle mani per amalgamarvi il cacao.

          Riponete i due panetti in due bustine di plastica ben chiuse e lasciate riposare in frigorifero per un ora.

          Dopo prendete il mattarello e stendete le due paste fino a quando non avrete ottenuto due sfoglie di circa 5 mm.

          Spennellare la pasta bianca con un po’ di latte e sovrapponete sulla superficie bagnata la pasta al cacao.

          Arrotolate le due sfoglie sovrapposte fono a formare un rotolo, copritele con un foglio di pellicola trasparente e riponetela in frigorifero per 30 minuti circa.

          Dopo tagliate il rotolo a fette di 5 mm circa utilizzando un coltello a lama liscia e disponetele su una teglia ricoperta di carta da forno.

          Infornare in forno già caldo a 180° per 5 minuti.

Comprare la Pdz o farla in casa?

Le paste industriali sono piene di conservanti e grassi emulsionati, cosa che le rende facili da lavorare, ma non troppo sane per la salute; perciò per fare la copertura della torta è consigliabile utilizzare una pasta artigianale, almeno potrete avere maggiore controllo sugli ingredienti; mentre per fare decorazioni, pupazzetti, fiori e quant’altro, l’elasticità di una pasta confezionata vi sarà molto utile.

Fare la pasta di zucchero in casa è molto facile, ma ci sono un paio di cosette che dovete sapere:

          Per fare la PDZ servono grosse quantità di zucchero a velo che, se comprato al dettaglio, costa moltissimo. Nei supermercati si trovano per lo più bustine da uno o due etti (decisamente insufficienti), vi consiglio quindi di andare dal vostro fornaio di fiducia e chiedergli di vendervi al kilo lo zucchero al velo che compra all’ingrosso.

          La PDZ artigianale si secca molto velocemente, quindi la dovete utilizzare il giorno stesso in cui la fate.

          Nel caso risulti troppo secca e dura ungetevi le mani con del burro, della margarina o del Cresco e lavoratela nuovamente fino a quando si ammorbidisce.

          Per la copertura della torta è consigliabile lasciare la pasta bianca, perché spesso i coloranti sono di dubbia composizione.

          Diventa friabile in breve tempo il che rende difficile utilizzarla per la realizzazione di pupazzetti, fiori o  decorazioni di altro genere.

 

Come fare la pasta di zucchero (PDZ)

  • 10 gr di colla di pesce o gelatina in fogli
  • 100 gr di miele o glucosio
  • 20 gr di acqua
  • Vaniglia
  • Glicerina
  • 1 kg circa di zuccero a velo setacciato

– Ammorbidire la gelatina in acqua fredda per circa 10 minuti.

– In un pentolino mettere 20 gr  di acqua, il miele e la colla di pesce ben strizzata.

– Cuocere per pochissimo tempo, non deve assolutamente bollire. Togliete dal fuoco quando il composto è liquido senza grumi o filamenti residui della gelatina e iniziate ad aggiungere nel pentolino stesso lo zucchero a velo a poco a poco e mescolate.

– Quando è diventata una glassa piuttosto densa, ricoprite il piano di lavoro con abbondante zucchero a velo e versateci il composto ottenuto sopra.

– Con i polpastrelli incorporate delicatamente lo zucchero a velo e stendete la pasta per poi ripiegarla su se stessa più volte.

– Quando inizia ad essere una massa compatta, ma ancora appiccicosa potete aggiungere un cucchiaino di glicerina e qualche goccia di aroma di vaniglia.

– Continuate ad impastarla con lo zucchero a velo fino a quando non è compatta (la quantità dello zucchero a velo varia a seconda dell’umidità e del tipo di zucchero).

– Per vedere se è pronta dovrete affondare le dita nell’impasto, se vi lascia residui vuol dire che è ancora troppo umida e appiccicosa e dovrete quindi aggiungere ancora zucchero; se invece le vostre dita ne escono pulite, allora la dovrete coprire con una pellicola e conservarla un barattolo ben chiuso.